ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE (Artt. 50, comma 5° e 54 del D.Lgs. 267/2000) N. 005/2018 – RIMOZIONE ACCUMULI DI NEVE DA TETTI O ALTRE SPORGENZE E ATTUAZIONE MISURE PER EVITARE LO STILLICIDIO SU SPAZI PUBBLICI

ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE
(Artt. 50, comma 5° e 54 del D.Lgs. 267/2000)
ORDINANZA N. 005/2018

OGGETTO: RIMOZIONE ACCUMULI DI NEVE DA TETTI O ALTRE SPORGENZE E ATTUAZIONE MISURE PER EVITARE LO STILLICIDIO SU SPAZI PUBBLICI.
IL SINDACO
PRESO ATTO che a seguito delle copiose nevicate verificatesi tra il 7 e il 9 gennaio 2018 vi è un notevole accumulo di neve soprattutto su tetti, o altre sporgenze dei fabbricati;
DATO ATTO che lo stillicidio dai tetti dei fabbricati prospicienti su via o spazio pubblico provocano il formarsi di pericolose lastre di ghiaccio sui sedimi pubblici di passaggio, con conseguente pericolo per la pubblica incolumità;
CONSIDERATO che ai fini della salvaguardia della pubblica incolumità diventa necessario ed urgente provvedere alla rimozione degli accumuli di neve sui tetti e di provvedere alla riparazione delle gronde ammalorate dei fabbricati prospicienti spazi pubblici, che causano stillicidio sulla sottostante via o spazio pubblico;
RICHIAMATO altresì l’art. 41 comma 7 del vigente Regolamento Edilizio che recita “I canali di gronda ed i pluviali devono sempre essere previsti verso gli spazi pubblici o assoggettati a uso pubblico e devono convogliare le acque meteoriche nelle fognature o in altro idoneo ricettore; non sono ammessi scarichi liberi a livello del piano marciapiede o del piano stradale o comunque sul suolo pubblico………………..”
VISTI
– gli artt. 50 e 54, del D.Lgs. 18.8.2000 n. 267 che demandano al Sindaco, quale ufficiale di Governo di adottare, con atto motivato e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico, provvedimenti contingibili e urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini;
– lo statuto comunale;
ORDINA
Ai proprietari o gli amministratori o i conduttori di stabili prospicienti sulla via o spazio pubblico, a qualunque scopo destinati di provvedere a:
– rimuovere i ghiaccioli formatisi sulle grondaie, sui balconi o su altre sporgenze, nonchè tutti i blocchi di neve o di ghiaccio aggettanti, per scivolamento oltre il filo delle gronde o da balconi, terrazzi od altre sporgenze. Lo sgombero deve essere eseguito delimitando preliminarmente ed in modo efficace l’area interessata ed adottando ogni possibile cautela;
– mettere in atto interventi (riparazione delle gronde e/o collegamento alla rete fognaria esistente delle discese pluviali), che impediscano lo stillicidio dai tetti dei fabbricati prospicienti spazi pubblici, che possono essere causa del formarsi di pericolose lastre di ghiaccio sulla sottostante via o spazio pubblico.
Che qualora le presenti disposizioni vengano disattese, o venga riscontrato l’oggettivo pericolo per il transito su via o spazio pubblico dovuto alla presenza di mancata rimozione della neve e/o ghiaccioli o a causa della presenza di lastre di ghiaccio sulla strada, il Sindaco provvederà alla chiusura al transito del relativo spazio pubblico.
Che la Polizia Municipale e l’Ufficio Tecnico siano incaricati della vigilanza circa l’esatto adempimento di quanto prescritto dall’Ordinanza Sindacale.
Ai sensi degli artt. 3, quarto comma, e 5, terzo comma, della Legge 7 agosto 1990 n°241 il Responsabile del Procedimento è il Sindaco sig. Andrea FERRETTI.
Ai sensi dell’art.3 comma 4 della legge 07.08.1990 n°241, avverte che contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di trenta giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio, ricorso al Ministro dei Lavori Pubblici (DPR 24.11.1971 n°1199) oppure, in via alternativa, ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Torino nel termine di 60 giorni dalla suddetta pubblicazione (Legge 06.12.1971 n°1034).
Usseaux, 15 gennaio 2018
Il sindaco
(FERRETTI arch. Andrea)

I commenti sono chiusi.