ORDINANZA PERICOLO VALANGHE

ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE

(Artt. 50, comma 5° e 54 del D.Lgs. 267/2000)

 OGGETTO: PERICOLO VALANGHE CAUSA ABBONDANTI NEVICATE EVENTO 7/1/2018

 ORDINANZA N. 002/2018

 IL SINDACO

VISTO il bollettino VALANGHE n. 6/2018 del 08.01.2018 ore 15:00 emesso da Arpa Piemonte che indica che il grado di pericolo arriva fino a 5-Molto Forte sui settori nord-occidentali della regione tra la notte e la mattina di martedì (09/01). Residue precipitazioni nevose interessano ancora, fino al pomeriggio, i settori alpini settentrionali, mentre sui restanti settori le precipitazioni sono in esaurimento dalla mattinata. La quota delle nevicate cala leggermente fino a 1000-1200m, nonostante ciò la densità e l'umidità della neve fresca sono tali da rendere il manto nevoso molto instabile. L'instabilità del manto nevoso raggiunge il suo apice tra la notte di lunedì e la mattina di martedì, per cui sono attese le valanghe spontanee di grandi dimensioni dai siti che non si sono ancora scaricati. Sono possibili valanghe spontanee diffuse di medie e grandi dimensioni con possibile interessamento della viabilità e delle infrastrutture di fondovalle. Il distacco provocato è legato al debole sovraccarico sulla maggior parte di pendii ripidi, localmente anche nelle radure dei boschi, tuttavia il problema principale è legato all'attività valanghiva spontanea. Le escursioni, così come le discese fuori pista, sono fortemente limitate

CONSIDERATO che le precipitazioni, con quota neve relativamente alta per il periodo, hanno apportato neve molto umida o bagnata fino ai 1700-1800m, e al di sotto dei 1200-1300m sono state spesso miste ad abbondanti piogge. Il manto nevoso quindi, al di sotto di queste quote, si presenta umido o bagnato in tutto il suo spessore, con possibile perdita di coesione fino agli strati basali a causa del significativo contenuto di acqua liquida. Sono stati segnalati distacchi spontanei di valanghe di grandi dimensioni e numerose valanghe di medie dimensioni, a lastroni e a debole coesione. Dalle A. Pennine alle A. Cozie Nord sono presenti diffusi accumuli da vento, di dimensioni maggiori oltre i 2200-2400m, a tutte le esposizioni.

VISTO altresì il comunicato del Prefetto di Torino prot. 0132/2018/Area V che rinnova l’allerta di pericolo valanghe nelle prossime ore ;

RITENUTO necessario, per maggiore sicurezza ed incolumità pubblica, regolamentare la frequentazione a qualunque titolo e scopo i territori nei quali viene indicata la presenza di marcato o forte pericolo di valanghe;

VISTO l’articolo 54 del D.Lgs 18.08.2000 n. 267;

ORDINA

Dalla data odierna, fino a revoca della presente, È VIETATA l’attività sci alpinistica, alpinistica, escursionistica a piedi, con gli sci, con le ciaspole o con le motoslitte o con qualsiasi mezzo motorizzato, che sollecitando l’instabilità del manto nevoso attualmente esistente potrebbero determinare su pendii ripidi distacchi di valanghe di medie e grandi dimensioni su aree frequentate e su eventuali strutture, infrastrutture e strade, su tutte le aree innevate del territorio comunale, poste sopra il limite superiore della vegetazione arborea o comunque in zone di versanti a rischio e/o le zone di accumulo da vento, individuabili dall’osservazione locale delle forme della neve e del manto nevoso e dal bollettino valanghe

Sono esclusi dal presente divieto i mezzi ed il personale appartenenti alle forze dell’ordine, all’esercito e ai mezzi di soccorso.

L’amministrazione Comunale è in ogni caso esonerata, da qualsiasi responsabilità derivante da sinistri e/o danni che dovessero verificarsi nei siti cui è stato consentito il transito in deroga.

Ai sensi degli artt. 3, quarto comma, e 5, terzo comma, della Legge 7 agosto 1990 n°241 il Responsabile del Procedimento è il Sindaco sig. Andrea FERRETTI.

Ai sensi dell’art.3 comma 4 della legge 07.08.1990 n°241, avverte che contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di trenta giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio, ricorso al Ministro dei Lavori Pubblici (DPR 24.11.1971 n°1199) oppure, in via alternativa, ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Torino nel termine di 60 giorni dalla suddetta pubblicazione (Legge 06.12.1971 n°1034).

Usseaux, 09 gennaio 2018

Il sindaco (FERRETTI arch. Andrea)

SCARICA L'ORDINANZA

Traduttore Automatico

Italian English French

6000 CAMPANILI USSEAUX

campanili

    PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE

      URBANA DEI VILLAGGI ALPINI

                   DI USSEAUX

La Bussola della Trasparenza

bussola-report

Gallerie Fotografiche

Link utili

Deposito File

Area Riservata

Accessibilità

Stradaassietta
logo_news_vert
logo_sentieri